venerdì 26 marzo 2010

Baguette con Feta & Pomodori Secchi

Feta & Sundried Tomato Baguettes

Altra infornata!
Vi ho già raccontato di questo libro di Allam & McGuinness, che ormai è diventato la mia passione...più lo leggo più mi piace...è ricco di spunti e soprattutto molto preciso e chiaro, insomma un libro davvero ben fatto. Partendo dalla ricetta base si possono ottenere moltissime varianti semplicemente giocando con ingredienti diversi ed io questa volta ho voluto dare all'impasto un twist mediterraneo. L'uomo di casa, che in fatto di pane è sul pignolo andante, è rimasto dubbioso fino al momento dell'assaggio, momento in cui tutte le incertezze sono crollate e se ne è uscito con: "Questo è il pane "pasticciato" (che per l'uomo di casa è sinonimo di condito) più buono che tu abbia mai fatto!"....e assaggio dopo assaggio si è fatto fuori metà baguette...all'altra metà ci ho pensato io....alla faccia della dieta!

La forma a baguette? Solo una scusa per provare straight away la mia caccavella nuova...la teglia per baguette! Però devo dire che credo sia la forma più azzeccata per questo pane. Vedrei bene anche dei piccoli panini.

BAGUETTE con FETA & POMODORI SECCHI
Per 2 baguette
700 g di impasto per il pane a lievitazione naturale
100g Feta
100g Pomodori secchi

Seguire il procedimento per la preparazione dell'impasto fino a quando si ottiene il "window effect", cioè fino a quando questo è liscio ed elastico. A questo punto aggiungere la feta e i pomodori secchi tagliati a pezzetti lavorando delicatamente per non strappare la maglia glutinica; non si deve impastare ma solo ripiegare l'impasto più volte su sè stesso fino a quando feta e pomodori secchi sono distribuiti abbastanza uniformemente. Formare una palla e mettere l'impasto in una ciotola leggermente unta di olio, coprire con pellicola e lasciare lievitare a temperatura ambiente (circa 18-20°C) per 1 ora. Rovesciare l'impasto su un piano leggermente infarinato e con le mani formare un rettangolo di circa 2,5 cm di spessore. Dare due giri di pieghe del primo tipo, coprire con pellicola e lasciare lievitare ancora 1 ora. Spezzare l'impasto in due parti e formare la baguette (oppure si possono formare piccoli panini). Adagiare le baguette nell'apposito stampo, coprire con pellicola e mettere in frigorifero (nella parte meno fredda) per 8-12 ore. Tirare fuori le baguette e lasciarle lievitare in un posto tiepido e umido (circa 25°C) per 1-4 ore. Prova dito: il pane è pronto quando la fossetta lasciata prendendo leggermente con un dito torna su velocemente (steady & quickly, come dicono i due mitici panettieri). Accendere il forno a 240°C e quando questo è giunto in temperatura, fare i tagli tipici della baguette con una lametta e infornare. Spruzzare il forno con dell'acqua e abbassare la temperatura a 220°C. Cuocere per 20-30 minuti, sfornare e lasciare raffreddare in piedi.

Feta & Sundried Tomatoes Baguettes

E ora sbizzarritevi!

Un sorriso buon fine settimana,
D.

32 commenti:

  1. belle queste baguette rusctiche !

    RispondiElimina
  2. ma quanto sei brava anche tu con il lievito naturale??? Queste due foto sono da sballo, da brivido, che quesi non mi accorgo dello stampo per baguette non è vero, rosicoooo!!! :)))

    Buon week end!

    RispondiElimina
  3. Che bel colore ha! Ho una curiosità da profana quale sono: come mai si scalda il forno a 240° e appena si inforna il pane si deve abbassare la temperatura? Andrebbe bene anche scaldare il forno direttamente a 220°?

    RispondiElimina
  4. Stupende queste baguette mediterranee!:)
    che figa la teglia per baguette... altra cosuccia da aggiungere alla lista di cse che vorrei!:)

    RispondiElimina
  5. io voglio quello stampo li'...dove lo trovo?:D

    RispondiElimina
  6. lo voglio anch'io il vassoietto bucherellato porta baguette!!!!! uff.... ps: bravissima, ti seguo sempre in silenzio di solito..

    RispondiElimina
  7. Il pane con i pomodori secchi lo abbiamo provato anche noi ed è davvero ottimo!! interessante l'aggiunta della feta e con un impasto così diverso come quello della baguette!! ci hai messo proprio fame!!
    un bacione

    RispondiElimina
  8. Ciao Diletta, bellissime queste baguette. Quello stampo ce l'ho anche io, pensa che l'ho comprato circa 5 anni fa, e' ancora nella plastica...
    Vedo con piacere che la nuova macchina da' gia' i suoi frutti con le foto. Brava!!

    RispondiElimina
  9. ciao diletta!!!ma che ricettina interesante...io con il pane ancora non mi sono cimentata, ma questa ricetta la devo provare!
    un abbraccio,de

    RispondiElimina
  10. Che baguettes meravigliose!!! e il sapore con feta e pomodori secchi deve essere una spettacolo. Il fatto che l'uomo di casa abbia approvato ne è una garanzia :)

    RispondiElimina
  11. ti invidio sanamente questa caccavella!
    e fa il segno dei tondini sotto al pane, proprio come quelle che si comprano!!
    ;-)

    RispondiElimina
  12. Je t'aime..... cioè, chiariamo, in senso metaforico!!! :-)
    Scherzi a parte questo pane, tanto per cambiare, mi piace troppissimo.
    Avrei una bella domanda per te, adesso che per un bel periodo devo state senza lievito, come me la cavo col pane???? Hai qualcuna delle tue idee fantastiche?
    (tristezza......... sigh sigh..... sob sob)

    RispondiElimina
  13. Guys, thank you all! :)

    Gloria, si porta il forno ad una temperatura piu' alta di quella prevista per la cottura per evitare che quando si inforna il pane (o altro) la temperatura cali per il fatto che si introduce un corpo piu' freddo.

    Genny, noi siamo gia' in trade...

    Babs, quando io non potevo assumere lieviti ho optato per piadine e, se puoi assumere bicarbonato di sodio, l'irish soda bread che puoi fare in numerose varianti. E anche l'uso del LM aiuta parecchio perche' si ottengono prodotti piu' digeribili e meno invasivi per la flora intestinale. Quindi, osserva il periodo yeast free e poi prova con il LM...ci vuole un po', pero' poi davvero si sta meglio! Se invece vuoi continuare ad usare il lievito di birra (ma con moderazione) devi secondo me optare per lunghe lievitazioni con biga cosi' riduci drastcamente la quantita' di lievito utilizzato.

    Un sorriso grande a todos,
    D.

    RispondiElimina
  14. Grazie mille! Io sono ancora una vera ignorante in materia ;)

    RispondiElimina
  15. Ma che belleeeeeeee!
    Sono sempre stata affascinata dai tuoi pani Diletta.
    E anche dalle tue bellissime fotografie, brava, brava
    Buon fine settimana
    :)

    un tocco di zenzero

    RispondiElimina
  16. Sbavo di fronte a queste bricioline!! Io solitamente mi faccio delle belle fettazze di pane con la feta e i pomodori. Ma l'idea di mettere tutto nell'impasto è ancora meglio!

    Probabilmente lo sai già, ma non si sa mai. Hai sentito di questa conferenza che si terrà a giugno a Londra? http://www.foodbloggerconnect.com/about-fbc-2010/

    Un bacione

    RispondiElimina
  17. saranno sicuramente gustose!!! mi piace la teglia per baghette :-)))))

    RispondiElimina
  18. complimenti!! spettacolare e irresistibile! ciao!

    RispondiElimina
  19. queste baguette saporite di feta e pomodorini mi sembra fantastiche. Tu sei bravissima e questo libro lo devo avere!

    RispondiElimina
  20. Daniela, Windsor26 marzo 2010 23:49

    Diletta che meraviglia. Non e' che me ne puoi mandare una qua! Che voglia. Poi a quest'ora! Ma pure le teglie ondulate e forate hai? Dove le hai recuperate? Roba professionale, qua eh! Mica si scherza. Un sorriso :)

    RispondiElimina
  21. Hola Chicas...gracias! :)

    Gloria, prego!!

    Alex, ma sai che non lo sapevo? Ora ci guardo bene!

    Daniela, quanto tempo! Come stai?

    Un sorriso con il sole,
    D.

    RispondiElimina
  22. accidenti che bellezza!

    ho provato a fare il pane allam & mc guinness con le mie farine e il mio LM gluten free, e devo dire che sarebbe venuto benissimo. se non mi fossi sbagliata ed avessi sostituito in parte la farina normale con una per dolci, già miscelata con lo zucchero. per fortuna era solo una parte, ma il dolce, accidenti, si sente eccome!

    però concordo che questa tecnica di lievitazione, per quanto lunghezza, dà le sue soddisfazioni.

    brava e grazie!

    RispondiElimina
  23. Non ho lo stampo, non ho neanche l'impasto ma sono profondamente affascinata :-)

    RispondiElimina
  24. Brava Diletta, vedo che ti stai dando alla panificazione spinta :-)
    Anche se non commento spesso ti seguo sempre con piacere!!
    Nel libro di cui parli ci sono le ricette con il lievito madre o sei tu che le stai adattando??
    Grazie
    Baci
    Antonella

    RispondiElimina
  25. Bella la caccavella nuova, bello questo pane e soprattutto bella la voglia di panificare!
    Tanto di cappello Diletta, per davvero :))

    RispondiElimina
  26. Sono neo-mamma di un panetto di lievito madre, l'ho usato ieri per un panone classico-classico ma sono golosa di ricette e proposte nuove :) questo accostamento mi fa letteralmente impazzire! Devo dire che la forma è assolutamente perfetta ed allettante e io ti invidio tanto la caccavella da baguette! Sputa il rospo :))))
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  27. Diletta, a proposito della tua domanda sul pancarré con il lievito madre, tempo fa avevo fatto questo sostituendo la biga con LM

    http://senzapanna.blogspot.com/2006/05/pancarr-di-endrya.html

    RispondiElimina
  28. Pappareale, il libro è organizzato per sezioni e nella prima parte ci sono le ricette con il lievito madre.

    Daniela, grazie per la tua risposta!

    Ancora grazissime a tutti,
    D.

    RispondiElimina
  29. Sniff :( nessun rispose alla mia richiesta su dove trovare lo stampo da baguette! Attendo comunque fiduciosa :) Grassssie!

    RispondiElimina
  30. Ciao Alessia, scusami...mi sono persa via!
    Lo stampo l'ho comprato nel mio negozio preferito di caccavelle qui in England e ahimè non ho idea di dove si possa recuperare in Italy!

    Un sorriso,
    D.

    RispondiElimina
  31. Ciao, che belle queste baguette! Ho provato a farle una sola volta col lievito naturale con scarsissimi risultati... :( Dici che la ricetta di Allam e MacGuinness è davvero infallibile?

    RispondiElimina